Informazioni Utili - Guida di Polignano a Mare

Booking
Polignano
a Mare
Polignano
Tourist
Card
EnglishFrenchGermanItalianRussian
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni Utili

Scoprite Polignano a Mare (informazioni Utili di Carlo De Luca)


Tutto quello che dovete sapere su Polignano a Mare

città conosciuta anche come la “perla dell'Adriatico”



Polignano a Mare

Polignano a Mare (Pghgnen nel dialetto locale) è un comune italiano di 17.797 abitanti della provincia di Bari, in Puglia. Il nucleo più antico della cittadina sorge su uno sperone roccioso a strapiombo sul mare Adriatico a 33 chilometri a sud del capoluogo.

L'economia del paese è essenzialmente basata sul turismo, l'agricoltura e la pesca.

Di notevole interesse naturalistico sono le sue grotte marine e storicamente importanti sono il centro storico e i resti della dominazione romana. Tra questi ultimi il ponte della via Traiana, tuttora percorribile, che attraversa Lama Monachile,




Nel 2008, 2009, 2010,  2011, 2012, 2013, 2014,
2015, 2016 e nel 2017 Polignano a Mare ha ricevuto la Bandiera Blu, riconoscimento conferito dalla Foundation for Environmental Education alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto in relazione a parametri quali la pulizia delle spiagge e gli approdi turistici.


Posizione Geografica

Il territorio comunale, delimitato a est dal Mare Adriatico, confina a nord con Mola di Bari, ad ovest con Conversano, a sud-ovest con Castellana Grotte a sud-est con Monopoli.
Esso si caratterizza per una costa alta e a tratti frastagliata, sulla quale hanno sbocco numerose lame. Una di queste, Lama Monachile, è la profonda insenatura immediatamente a ovest del centro storico, così chiamata perché in passato vi si è attestata la presenza della foca monaca.
Lungo la costa, sono numerose le grotte marine.




Storia

Il paese ha una storia molto antica, infatti sono state rinvenute tracce di presenza umana nella frazione di Santa Barbara risalenti al neolitico.

Secondo alcuni studiosi, l'antica Neapolis potrebbe essere una delle due colonie che, nel VI secolo a.C., Dionigi II di Siracusa fondò sulle coste adriatiche, su un territorio abitato fin dal Paleolitico medio e superiore. I segni più evidenti della presenza dell'uomo risalgono al Neolitico, nella zona di Santa Barbara (VI - V millennio a.C.), e nell'Ipogeo Manfredi (IV millennio a.C.), uno degli insediamenti più significativi della Puglia centrale.

Indagini archeologiche hanno rivelato l'esistenza di un villaggio risalente all'età del bronzo che, grazie alla sua posizione e ai suoi approdi naturali, divenne un importante scalo portuale. Nel II millennio a.C., l'approdo degli Iapigi spinse gli abitanti dei villaggi a trasferirsi nella zona dell'attuale centro storico. È anche attestata la frequentazione di questi luoghi da parte di mercanti corinzi e attici, soprattutto nell'età del ferro, quando la terra di Bari assunse la denominazione di Peucezia. Agli inizi del III sec. a.C., la zona di Polignano divenne importante punto strategico per Taranto, con cui aveva intessuto rapporti commerciali, come attestano alcuni pezzi del corredo funerario di una tomba scoperta nell'area del giardino vescovile, fatta indagare dal Vescovo, Monsignor Mattia Santoro, nel 1785.

Fiorente centro di traffici, fu per i Romani, dal III sec. a.C., un'importante statio lungo la via che collegava Roma a Brindisi. Nel VI sec., Polignano fu sotto la giurisdizione dell'Impero d'Oriente di cui fu adottato la religione. Con l'avvento dei Normanni, che dominarono fino al 1194, il prestigio del paese crebbe, grazie anche all'opera dei Benedettini, presenti con due monasteri. La dominazione angioina rese ancora più fitti i rapporti commerciali con altri centri costieri e molti uomini d'affari e mercanti, anche veneziani, elessero Polignano a loro dimora. Durante la dominazione aragonese, le attività commerciali si svilupparono sotto il controllo di espertissimi mercanti veneziani. Furono erette opere di difesa del paese, ad iniziare dalla costa. Il paese fu più volte visitato da reali: nel 1797, Re Ferdinando, accompagnato da sua moglie e da suo figlio, vi si fermò durante il viaggio per Lecce e, dopo 10 anni anche il Re Giuseppe Bonaparte vi fu ricevuto con grandi feste.

Abolita la feudalità, Gioacchino Murat volle visitare il Regno di Napoli, compresa Polignano, per potenziarne le capacità militari. Attualmente è un fiorente centro turistico, agricolo e artigianale.

Monumenti e luoghi di interesse

Di notevole interesse naturalistico sono le sue grotte marine e storicamente importanti sono il centro storico e i resti della dominazione romana. Tra questi ultimi il ponte della via Traiana, tuttora percorribile, che attraversa Lama Monachile, la profonda insenatura immediatamente a nord del centro storico.
La chiesa Matrice, intitolata a Santa Maria Assunta e affacciata sulla piccola piazzetta cuore del centro storico, fu cattedrale fino al 1818, quando la piccola diocesi di Polignano fu aggregata a quella di Monopoli. All'interno sono custodite alcune opere attribuite allo scultore Stefano da Putignano, attivo tra il XVII e il XVIII secolo, come il noto presepe interamente in pietra.
Nella frazione di San Vito, sulla costa a nord del paese, proprio a ridosso del porticciolo si staglia l'imponente complesso dell'abbazia dei Benedettini.


Personalità legate a Polignano a Mare
  • Domenico Modugno (Polignano a Mare, 1928 - Lampedusa, 1994), cantautore ed attore, interprete della celebre canzone Nel blu dipinto di blu. Nato a Polignano ma vissuto a San Pietro Vernotico, ebbe con la cittadina un rapporto tormentato, dato che per motivi artistici preferì a lungo dichiararsi siciliano per poi riconciliarsi con i polignanesi il 26 agosto 1993 data del suo ultimo concerto alla presenza di 70.000 persone. Il 31 maggio 2009 è stata inaugurata sul lungomare a lui dedicato una statua, ideata dallo scultore Herman Majer.

  • Pino Pascali (Bari, 1935 - Roma, 1968), scultore e scenografo tra i più importanti esponenti dell'arte povera, nato da genitori polignanesi. A lui è dedicato il Museo comunale d'arte contemporanea.

  • Vito Cosimo Basile (Polignano a Mare, 1887 - Polignano a Mare, 1958), poeta

  • Lucas Di Grassi (São Paulo, 11 agosto 1984) pilota automobilistico di origini polignanesi.

  • Checco Zalone (Bari, 3 giugno 1977) cantante cabarettista noto per il suo film del 2009 Cado dalle Nubi e per le numerose comparse nel programma Zelig.


Eventi

Feste religiose

  • Marzo/Aprile

  • 19 marzo: festeggiamenti in onore di San Giuseppe con falò accesi per tutto il paese.

  • giorno del lunedì in albis: processione del braccio di San Vito per le vie cittadine.

  • venerdì antecedente la Domenica delle Palme: processione per le vie cittadine della Madonna dell' Addolorata.

  • venerdì santo: processione per il paese dell' immagine di Gesù morto

  • 26 aprile: processione e fuochi pirotecnici in onore della traslazione della reliquie di San Vito

  • Giugno

  • 13 Festa di Sant'Antonio L'evento religioso consiste in una processione del santo per le vie della città. Ha inizio e fine nella Chiesa di Sant'Antonio

  • 14-15-16 giugno: festa patronale in onore di San Vito con luminarie e fuochi pirotecnici

  • Luglio

  • 15-16-17 luglio: festeggiamenti in onore della Madonna del Carmine con luminarie e fuochi pirotecnici.

  • Agosto

  • seconda domenica di agosto: festeggiamenti in onore dei Santi Cosma e Damiano con luminarie e fuochi pirotecnici.

  • terza domenica di agosto: festeggiamenti in onore della Madonna della Pace processione e fuochi pirotecnici per tutta la contrada Chiesa Nuova.

  • Settembre

  • terza domenica di settembre: festeggiamenti in onore del Crocifisso in contrada Foggia Notarnicola con processione e fuochi pirotecnici. Sagra del panzerotto.

  • quarta domenica di settembre: festeggiamenti in onore dei Santi Cosma e Damiano con processione e fuochi d'artificio.

  • 24 settembre: processione per il paese in onore di san Pio da Pietrelcina.

  • Dicembre

  • 13 dicembre: Santa Lucia fuochi pirotecnici sulla Lama Sant'Oronzo.


Eventi

Manifestazioni

3 Maggio Fiera di Santa Croce

Antica fiera degli animali, un tempo ospitata nel Largo della Porta, oggi espone articoli di artigianato e generi vari in via Kennedy, nella parte nuova dell'abitato.

Festa dell'aquilone seconda domenica di Maggio
Pro Loco " Filippo Franco Favale"

E' un tradizionale appuntamento primaverile durante il quale colorati aquiloni si librano sul lungomare Grotta Ardito, esposto al levantino che soffia dal mare. Istituita nel 1962, dall'86 la festa è all'origine di un gemellaggio con San Miniato al Tedesco, in provincia di Pisa.

Festival "Il Libro possibile"
seconda decade di Luglio
Associazione Artes

E' una Kermesse letteraria che, per quattro giorni, promuove il piacere della lettura e favorisce lo sviluppo del territorio. Il centro storico ospita presentazioni di libri di scrittori di fama nazionale, laboratori di lettura, scrittura, reading di poesia, momenti di musica e danza.

Red Bull Cliff Diving
fine Luglio

Evento unico nel suo genere, per la capacità di abbinare sport e spettacolo, vede impegnati atleti di tutto il mondo che si lanciano da un trampolino posto a 24 metri di altezza, nello splendido scenario di Lama Monachile, compiendo spettacolari acrobazie prima di toccare l'acqua.

Targa Crocifisso (Polisport Polignano)
ultima settimana di Settembre

Nata nel 1950, è una gara ciclistica nazionale per dilettanti elite e under 23 che si corre sul tradizionale "circuito delle Grotte", con partenza e arrivo a Polignano a Mare. Nella sua storia ha visto ciclisti italiani e stranieri, poi divenuti noti nel mondo delle ruote, impegnarsi per conquistare l'ambito crocifisso.


Fonte: Wikipedia

Torna ai contenuti | Torna al menu